Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.

Accetto

La nuova sfida delle forme associative tra Comuni

DURATA

4 moduli da 8 ore su due giorni –– 32 ore – 4 CFU

OBIETTIVI FORMATIVI

con la legge 56/2014 la gestione associata sovracomunale diviene il modello
ordinario di esercizio delle funzioni fondamentali dei comuni, lo strumento essenziale per
garantire il raggiungimento di una dimensione organizzativa e funzionale adeguata ai vecchi e
nuovi compiti loro assegnati. In quest’ottica la legge contiene numerose novità concernenti
l’organizzazione politica ed amministrativa delle Unioni di comuni e le modalità di esercizio delle
rispettive funzioni, accompagnate da nuove norme di incentivazione e favore. Anche le
aggregazioni definitive tra comuni, nella forma della fusione e dell’incorporazione, sono oggetto di
nuova attenzione e deciso incoraggiamento da parte del legislatore. L’obiettivo del corso è di
fornire ai partecipanti una esaustiva ricostruzione di questo nuovo quadro normativo,
collocandolo nel contesto della legislazione, sia statale che regionale, relativa alle principali
funzioni oggetto di gestione associata, e di esaminare le principali problematiche applicative e
interpretative connesse.

DESTINATARI

Il corso si rivolge prioritariamente ad amministratori e dipendenti delle regioni, degli enti locali, e di altre amministrazioni pubbliche. Il corso è altresì aperto ai dirigenti o dipendenti di enti e società pubbliche operanti in ambito locale, nonché ai

QUOTA

0

ENTE EROGANTE

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

DIREZIONE DIDATTICA

Prof. Luciano Vandelli

SEDE DI SVOLGIMENTO

SPISA, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

PERIODO DI SVOLGIMENTO

Giugno 2015

NUMERO PARTECIPANTI

30